Accesso Condomini


 

Segnala un Guasto

 

Richiedi Preventivo

 

 

Il disegno di legge di stabilità per il 2017, licenziato dal Consiglio dei Ministri ed ora all'inizio dell'iter parlamentare, contiene importanti novità relative alle detrazioni per il recupero del patrimonio edilizio e per interventi finalizzati al miglioramento dell'efficienza energetica nei condominii.

La detrazione IRPEF per interventi di recupero edilizio dovrebbe essere prorogata al 31.12.2017 e pertanto su tutti i pagamenti effettuati dal condominio entro la fine del prossimo anno la detrazione resterà al 50% e il limite di spesa resterà fissato a 96.000,00 euro per singola unità immobiliare. Salvo ulteriori proroghe, a partire dal 2018 la percentuale di detrazione scenderà al 36% ed il tetto massimo di spesa agevolabile scenderà a 48.000,00 euro per singola u.i. Per quanto riguarda la detrazione IRPEF / IRES per interventi finalizzati al miglioramento dell'efficienza energetica negli edifici, la proroga della percentuale di detrazione al 65% dovrebbe valere ancora per il 2017 per gli interventi sulle singole uu.ii., mentre gli interventi su parti comuni potrebbero godere della detrazione al 65% fino al 31.12.2021. Per gli interventi su parti comuni sono previsti due "potenziamenti":
   1) La detrazione sale al 70% se gli interventi interessano anche l'involucro edilizio;
   2) La detrazione sale al 75% se gli interventi migliorano le performances invernali ed estive.

Sui due "potenziamenti" appena citati occorre attendere i necessari approfondimenti sotto il profilo tecnico-scientifico.Non è prevista la proroga della possibilità di cedere la detrazione 65% ai fornitori del condominio e la possibilità di agevolare gli interventi di domotica sugli impianti di riscaldamento. Si invita, pertanto, a considerare la presente comunicazione come una semplice anticipazione su quello che potrebbe accadere nell'immediato futuro. Occorre adottare la cautela di aspettare la fine dell'iter parlamentare e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di stabilità 2017 per poter confermare o smentire quanto sopra esposto. (Fonte A.N.AMM.I.)